Home

I nemici dell'Uomo Ragno

I tentacoli del Dottor Octopus

Il malvagio folletto verde

L'ultima caccia o la prima?

L'Uomo Sabbia

Nessuno uscirà vivo da qui




I nemici dell'Uomo Ragno
HAMMERHEAD Il vero nome di Testa di Martello è sconosciuto persino a lui stesso. Solo da poco Kelly & Bachalo ci hanno rivelato che è di origine russa e figlio di un meccanico, il quale lo picchiava con il martello con cui riparava le auto nella sua officina di Toirrano, fittizia cittadina italiana dell'Universo Marvel. Solo quando entrò al servizio del mafioso Silvio “Silvermane” Manfredi, il ragazzo poté vendicarsi del padre uccidendolo con quello stesso martello, per poi cadere subito dopo sotto i colpi di una gang di strada in un vicolo di Brooklyn: è qui che venne recuperato dal dottor Jonas Harrow, un chirurgo che aveva perso la licenza per aver condotto esperimenti illegali. Intravedendo l’opportunità di redimersi salvando la vita di un uomo, Harrow lo operò, sostituendo buona parte delle ossa spappolate del suo cranio con una speciale lega d’acciaio: trasformò così un anonimo malavitoso in Testa di Martello. L’ultima cosa che aveva visto prima di svenire era il poster del film The Al Capone Mob: questa immagine lo influenzò così tanto che quando si riprese Hammerhead rimase ossessionato dagli anni 20. L’Uomo Ragno si scontrò per la prima volta con Testa di Martello quando questi diede il via a una guerra contro la gang del Dr. Octopus (vedi SPIDER-MAN COLLECTION 37). L’Arrampicamuri riuscì a fermare la guerra di bande prima che degli innocenti ne subissero le conseguenze, ma Testa di Martello e tornato in scena molte altre volte, nonostante tutti lo abbiano dato per spacciato almeno in cinque occasioni – è infatti stato consumato da una detonazione nucleare, è saltato in aria a causa di una bomba piazzata nel suo appartamento da Don Fortunato, è stato ucciso sia dal maggiordomo robotico di Sentry sia da Bullseye e, durante Civil War, è stato colpito dai proiettili in adamantio di Underworld, un agente di Kingpin. Non stupisce insomma che la dottoressa Tramma abbia dovuto fare un lavoro di fino su di lui nel già citato SPIDER-MAN 500, dove Testa di Martello giura fedeltà al suo salvatore Mister Negativo. MAX BRIGHEL DA L’UOMO RAGNO 513 (LUGLIO 2009)
IL DOTTOR OCTOPUS.Lo stesso esperimento fallito che fu all'origine degli straordinari poteri dell'Uomo Ragno, trasformò lo scienziato atomico Otto Ottavius in un singolare supercriminale! Nonostante l'aspetto forse un po' ridicolo, il dottor Octopus rimane tuttora uno dei più pericolosi avversari dell'Arrampicamuri, e in più, Peter ha rischiato addirittura di ritrovarselo nel ruolo di… zio adottivo! Già, perché il diabolico furfante arrivò persino a fare la corte alla Zia May…
NORMAN OSBORN (GOBLIN). Un tempo era solo un ricco e spietato industriale. Poi usò su di sé una formula ideata dal suo socio è acquisì un potere fisico che lo rese ancor più ricco e potente. Con lo sgargiante costume di Goblin, il Folletto Verde, Osborn è diventato il più grande nemico dell'Uomo Ragno, una nemesi in apparenza immortale.

LA STIRPE DEI FOLLETTI VERDI. Oltre che da Norman Osborn, l'identità di Goblin fu assunta in vari periodi da altri "emulatori". Il primo fu il figlio tossicodipendente di Norman, Harry (Goblin II), e poi toccò all'avido psichiatra del ragazzo, Bart Hamilton (Goblin III). In seguito, Harry rinunciò all'eredità paterna e un altro uomo rubò i trucchi e la formula di Goblin: Roderick Kingsley, un magnate della moda che diventò l'altrettanto spettrale primo Hobgoblin. Uno dei magazzini abbandonati di Osborn fu successivamente scoperto da un ragazzino, Phil Urich, che per qualche tempo adottò l'identità del Folletto Verde per diventare un giovane giustiziere (Goblin IV). Negli ultimi tempi, per discolparsi davanti agli occhi del mondo dell'accusa di essere il vero e il primo Folletto Verde, Osborn ha poi fatto entrare in gioco un suo burattino in costume (Goblin V), la cui identità segreta rimane ancora un mistero. Dopo aver cercato di diventare superpotente con il rituale mistico della Riunione dei cinque, Norman è definitivamente impazzito e solo l'intervento della sua stessa loggia segreta, la Congrega degli Scrier, gli ha impedito di passare la vita in manicomio. Qualche curiosità... Oltre a un secondo Hobgoblin (il defunto ex mercenario Jason Macendale, entrato in scena dopo la momentanea scomparsa di Kingsley), c'è da registrare persino una versione demoniaca del Folletto Verde: Demogoblin, una creatura infernale per metà essere umano e per metà diavolo. Nessuno di questi loschi individui è apparentemente ancora in attività.
KRAVEN IL CACCIATORE. Assurto al ruolo di star dopo la sua morte violenta, Kraven il Cacciatore è un altro dei più letali nemici dell'Uomo Ragno. Dopo l'ultima caccia di questo profugo sovietico dall'orgoglio sconfinato e dalla bruta forza animale, il suo ruolo fu preso per un certo periodo dal figlio Vladimir Kravinoff che, nei panni del Tetro Cacciatore, cercò di rivendicare il retaggio paterno. Ucciso dal lunatico Kaine (un secondo clone dell'Uomo Ragno dalla dubbia moralità), Vladimir fu sostituito nel ruolo di Kraven dal fratellastro Alyosha, un individuo ancora più pazzo dei suoi predecessori.
VENOM. Venom, creatura ragniforme nata dall'unione di due esseri accomunati dall'odio per l'Uomo Ragno: il reporter Eddie Brock e il nero simbionte alieno che, per un certo periodo, divenne il "costume" dell'Arrampicamuri, abbandonandolo poi quando quest'ultimo non volle abbandonarsi alla simbiosi. Per quanto Venom sia stato anche alleato di Spidey, nacque come suo avversario e tale tornerà a essere nelle prossime storie.
CARNAGE. In tempi recenti, il simbionte alieno di Venom ha generato un "figlio" dimostratosi estremamente pericoloso, forse più del Venom originale: Carnage, alter ego di un ex compagno di cella di Brock, il serial killer Cletus Kasady. Questa nuova combinazione di un simbionte e di un assassino psicopatico come Kasady è ancora più letale di Venom, perché il suo obiettivo è l'omicidio indiscriminato senza motivazioni.


Acquista L’UOMO RAGNO nel nostro Shop Online


Vai...

PANINI COMICS SITES

Paninicomics.it
Paninicomics.com
Panini.it
Paninigroup.com