Home

Spider-man The Movie

Spider-man 2 -IL FENOMENO "SPIDER-MAN"

Spider-man 2 - la storia

Un ragno da Oscar

Spider-man 3



SPIDER-MAN THE MOVIE

LA GENESI DEL FILM

Tra il 17 e il 19 gennaio 2000, la star del film, Tobey Maguire, ha girato sul set di Los Angeles una delle principali scene del film.
Qui il nostro Peter Parker cerca di guadagnarsi il premio di tremila dollari in palio per resistere sul ring a "Bone-Saw McGraw", lottatore interpretato da una vera stella del wrestling: Randy "Macho Man" Savage.
In questa sequenza, Peter indossa un costume improvvisato: un passamontagna rosso e una felpa! Il ruolo del presentatore a bordo ring è toccato a Bruce Campbell, già protagonista nella trilogia de La casa di Sam Raimi. L'attore ci ha svelato come proprio il suo personaggio abbia una parte importante nella storia dell'Uomo Ragno: "Bè, in pratica lo battezzo io! Gli chiedo: come ti chiami, ragazzo? E lui risponde: il Ragno Umano. Io replico: nahh, non è granché come nome.
E lo presento come lo stupefacente Uomo Ragno! Sì, è stato molto divertente. Mi è piaciuto lavorare nuovamente con Sam, ed è stato uno spasso ficcanasare per un paio di giorni sul set di un film con un budget così alto".
Molti fan dell'Arrampicamuri hanno avuto modo di apparire in questa scena in qualità di spettatori, ma hanno dovuto...fischiare il loro eroe! Parecchi di loro ci hanno poi confessato che lo scontro tra Spidey e Bone-Saw è stato altamente spettacolare, poiché ha costretto gli stunt-man che sostituivano Tobey a muoversi appesi a dei cavi.
La successiva grande scena d'azione è stata invece girata in un enorme set all'aperto vicino a Los Angeles verso la metà del marzo 2000.
È ambientata a New York, a Times Square, durante il "World Unity Festival".
Si tratta di un'emozionante battaglia tra l'Uomo Ragno e Goblin che mette in pericolo le vite degli spettatori.
Per girare le elaborate sequenze acrobatiche sono occorsi ben dodici giorni, e alcune immagini del segretissimo costume di Goblin sono inevitabilmente divenute di dominio pubblico.
Nel film, il costume di Goblin è completamente verde (senza parti viola) e sembra una specie d'armatura.
La maschera ha vagamente la forma di un casco da ciclista, allungato e arcuato nella parte finale.
In aprile, poi, tutta la troupe ha fatto fagotto e si è trasferita nella città natale del nostro eroe, New York, dove si è fermata per ben tre mesi.
Inutile dire che, ogni volta che erano filmati gli esterni, il set attirava una piccola folla di curiosi newyorkesi.
Un altro importante momento del film è stato girato appena fuori della Columbia University, dove Peter Parker e Norman Osborn s'incontrano per la prima volta.
Willem Dafoe, l'attore che veste i panni dell'arcinemico di Spidey, ha in seguito così commentato il rapporto tra i due personaggi: "Norman vede in Peter molte analogie con se stesso. Prova affetto per lui. Il suo lato oscuro, Goblin, soffre però di una sorta di dipendenza dall'Uomo Ragno.
In una scena molto intensa, vorrebbe perfino arruolarlo come alleato. La loro è una relazione davvero letale".
Dafoe è ottimista su questa modernizzazione di Spidey per il pubblico cinematografico: "Niente resta congelato nel tempo. Sono certo che i fan dell'Uomo Ragno saranno molto interessati a vedere l'evoluzione del loro eroe". E afferma: "Perché questo personaggio non è immutabile, è vivo.
L'unica cosa importante è rispettarne la storia e trattarlo nel modo giusto. Se lo fai, i fan ti seguono".
A J.K. Simmons è invece toccato il compito di impersonare l'altro eterno avversario dell’Arrampicamuri: J. Jonah Jameson. Ma qual è l'idea che si è fatto del personaggio? "La mia idea è che Jameson ha molti più capelli di me, inoltre è il prototipo del classico rompiballe", commenta l'attore.
Simmons è calvo, ma indosserà una parrucca coi capelli a spazzola che lo renderà, per dirla con le sue parole, "spaventosamente" somigliante a Jonah! Dovrà anche portare una speciale dentiera: "Quel diavolo urla sempre. I miei denti sono storti e ingialliti, mentre lui ha in bocca una bella fila di denti bianchi".
Simmons si è impegnato molto per immedesimarsi nel personaggio: "Mi sono letto praticamente tutti gli episodi di Spidey dove JJJ fa un'apparizione di una certa importanza. Ho anche scaricato molte informazioni importanti da Internet".
Pure la voce di Jonah è stata oggetto di particolari attenzioni. "Fondamentalmente, sarà roboante e quindi diversa da quella che uso di solito. Sam mi ha inoltre consigliato di evitare un accento smaccatamente newyorkese".
A quanto pare, Jonah avrà qualche scena movimentata.
Simmons ha affermato che vuole perlomeno tentare le sue scene d'azione, per questo è stato impegnato in alcuni test. "È così facile identificarsi con l'Uomo Ragno" continua Simmons: "È solo un ragazzo secchione con un mucchio di problemi. Spesso deve faticare per pagare l'affitto; gli vengono i brufoli, e non riesce ad avere una ragazza fissa. Poi diventa un invincibile giustiziere che si batte per la verità e la giustizia".
È Kirsten Dunst, invece, a parlarci della relazione tra il personaggio da lei interpretato, Mary Jane, e Peter: "Anche se lui n'è innamorato fin da ragazzino, in pratica da quando la vide da lontano per la prima volta, lei lo ha sempre respinto. Probabilmente perché Peter è il primo che la rispetta e la ama per ciò che è" afferma Kirsten: "Mary Jane indossa in continuazione delle maschere per nascondere la sua vita familiare e personale. Penso che a Peter spetti parte del merito della sua maturazione".
La Dunst si è tinta i capelli di rosso per interpretare il ruolo, ma indossa anche una parrucca per allungare la chioma.
"Spero proprio di riuscire a impersonare bene Mary Jane, una ragazza con un'infanzia difficile che, nel corso del film, matura e trova se stessa. Quando arriva a New York, è estremamente sexy...anzi, è una vera bomba sexy, capisci cosa intendo? Spero proprio di farcela. Con quella parrucca rossa, mi sento una specie di vamp." Kirsten ha anche accennato a una scena in cui MJ e Spidey si scambiano qualche tenerezza..."Tobey indossava il suo costume da Uomo Ragno, e io dovevo sollevargli la maschera fino a scoprirgli le labbra. Tra un bacio e l'altro, praticamente boccheggiava, perché era appeso a testa in giù ed eravamo sotto la pioggia. Una situazione decisamente poco romantica! Credo che l'Uomo Ragno sia il tipo di supereroe in cui la gente riesce veramente a identificarsi. Sam Raimi farà un lavoro incredibile, non solo perché è preparato tecnicamente, ma soprattutto perché parla con gli attori" continua la Dunst.
"Mary Jane e Spidey sono eroi. Voglio che le ragazzine la vedano come un esempio da seguire." Il fatto che i giovani di tutto il mondo pensino a Peter come a un modello da imitare ha grande importanza per il regista Sam Raimi. Dice Sam: "Mi spaventa che l'Uomo Ragno significhi tanto per così tanti ragazzi. Ho una grossa responsabilità, perché è il loro eroe, quindi devo decidere quali lezioni gli serviranno nel film per capire cosa significa essere un eroe. Come padre, sento una grande responsabilità nel definire in questo senso il personaggio. Questi ragazzi prenderanno l'Uomo Ragno come un modello da seguire, ma di quale tipo?". Forse non sapete che l'attrice neozelandese Lucy Lawless, stella del telefilm fantasy Xena, prodotto da Sam Raimi, farà una comparsata nei panni di una giovane punk di New York. E poiché anche il cocreatore dell'Uomo Ragno, Stan Lee, dovrebbe fare una breve apparizione, lasciamo a lui l'ultima parola..."A dire il vero sono un po' nervoso", commenta Stan:
"La mia scena potrebbe anche essere tagliata senza creare alcun problema alla trama, quindi spero proprio che non sia troppo lunga! Non voglio rivelarvi nulla, ma sappiate che dirò una cosa a Peter...e con questo ho parlato fin troppo.
Posso invece raccontarvi un aneddoto divertente. A un certo punto, vicino a me si trova una bambina; poi c'è un'esplosione, e io dovrei prenderla in braccio e portarla al sicuro. Ma, capite, la piccola ha circa sei anni...Io faccio per prenderla in braccio e, sì, è troppo pesante. Riesco a malapena a sollevarla.
A questo punto, Sam mi chiama e mi dice: ehi, Stan, scordati di prenderla in braccio, altrimenti questo film diventerà una miniserie! È una battuta che ho trovato molto divertente. Alla fine hanno deciso che la prendessi per mano e corressimo al sicuro. Ma devo confessarvi una cosa: Sam Raimi è un regista coi fiocchi.
Oh, è proprio super, e credo che il film sarà una favola!".





Acquista L’UOMO RAGNO nel nostro Shop Online


Vai...

PANINI COMICS SITES

Paninicomics.it
Paninicomics.com
Panini.it
Paninigroup.com